Gestione del rischio di esposizione al coronavirus (COVID-19): lavorazione di carne e pollame

Prevenzione e controllo dell'esposizione dei dipendenti al coronavirus (COVID-19) nelle industrie di lavorazione della carne e del pollame.

Le restrizioni della fase 4 per gli impianti di lavorazione della carne valgono per tutto il Victoria

Fintanto che sono attive le restrizioni della fase 4 "Rimani a casa", i centri di lavorazione e distribuzione di carne, prodotti a base di carne e frutti di mare sono soggetti a direttive che prevedono la limitazione delle attività e obblighi specifici.

Ciò include la limitazione della capacità produttiva, la limitazione del personale che può lavorare in un unico luogo e la definizione di un Piano COVIDSafe.

Queste restrizioni possono essere aggiornate in qualsiasi momento. È necessario rimanere aggiornati su eventuali cambiamenti per il proprio settore.

Preparare un Piano COVIDSafe ad alto rischio

Tutte le strutture di lavorazione della carne operanti in loco in Victoria devono avere un Piano COVIDSafe ad alto rischio in aggiunta ad un Piano COVIDSafe.

Un Piano COVIDSafe ad alto rischio aiuta le aziende a soddisfare i requisiti previsti dalle direttive del Victorian Chief Health Officer (CHO).

Business Victoria offre informazioni sui piani COVIDSafe, inclusi modelli e guide.

In che modo le restrizioni interessano i miei obblighi in materia di salute e sicurezza sul lavoro?

Le restrizioni non apportano nessun cambiamento agli obblighi previsti dalla Legge sulla salute e la sicurezza sul lavoro del 2004 (Occupational Health and Safety Act 2004, Legge OHS) e dalle Disposizioni sulla salute e sicurezza sul lavoro del 2017 (Occupational Health and Safety Regulations 2017, Disposizioni OHS).

La preparazione un Piano COVIDSafe rientra nello sviluppo di un sistema di lavoro sicuro, tuttavia avere un Piano COVIDSafe e rispettare le indicazioni del CHO non significa necessariamente aver rispettato i doveri previsti dalla Legge OHS e dalle Disposizioni OHS.

È obbligatorio seguire tutte le direttive sulla salute valide per il modo in cui deve operare la propria azienda e assicurarsi di rispettare i propri obblighi ai sensi della Legge OHS. I dipendenti devono inoltre adempiere ai propri doveri ai sensi della Legge OHS

Coronavirus (COVID-19) e industria di lavorazione della carne e del pollame

Un'infezione da coronavirus (COVID-19) può causare malattie respiratorie da lievi a gravi. I sintomi più comuni del coronavirus (COVID-19) riportati sono:

  • Febbre
    • Brividi o sudori
      • Tosse
        • Mal di gola
          • Mancanza di respiro
            • Naso che cola
              • Perdita dell'olfatto
                • affaticamento o stanchezza

                  È più probabile che il coronavirus (COVID-19) si diffonda da persona a persona attraverso:

                  • stretto contatto con una persona infetta
                    • toccare oggetti o superfici (come maniglie delle porte e corrimano) contaminati da una persona con l'infezione

                      I dipendenti nel settore della lavorazione della carne e del pollame non sono esposti al coronavirus (COVID-19) attraverso i prodotti a base di carne che manipolano, tuttavia esiste il potenziale per un aumento del rischio di esposizione al coronavirus (COVID-19) a causa di attività che normalmente richiedono una stretta interazione tra i dipendenti come le linee di lavorazione e la rapidità del lavoro.

                      Ai sensi dell'Occupational Health and Safety Act 2004 (OHS Act) i datori di lavoro hanno il dovere di fornire e mantenere, per quanto ragionevolmente possibile, un ambiente di lavoro sicuro e senza rischi per la salute dei dipendenti. Ciò include la prevenzione dei rischi per la salute (inclusa la salute psicologica) e la sicurezza legati alla potenziale esposizione al coronavirus (COVID-19).

                      I dipendenti hanno il dovere di prendersi ragionevole cura della propria e altrui salute e sicurezza sul posto di lavoro e collaborare con i propri datori di lavoro su qualsiasi azione intrapresa per conformarsi alla legge o alle disposizioni OHS.

                      Identificazione dei rischi

                      I datori di lavoro devono identificare i pericoli e valutare il livello di rischio per la salute dei dipendenti derivante dall'esposizione al coronavirus (COVID-19) sul posto di lavoro. Ciò deve essere fatto in consultazione con i rappresentanti per la salute e la sicurezza (HSR), se presenti, e i dipendenti, per quanto ragionevolmente possibile.

                      Ogni gruppo di dipendenti sul posto di lavoro dovrebbe essere considerato, dalla consegna del prodotto grezzo al prodotto finale. Ciò può includere aree come il kill floor, spiumatura, disossamento, produzione, confezionamento, stoccaggio, magazzino, movimento di carrelli elevatori, pulizia, manutenzione e personale della caffetteria.

                      Alcuni dei principali fattori che potrebbero contribuire a che i dipendenti addetti alla lavorazione di carne e pollame contraggano il coronavirus (COVID-19) sono:

                      1. Distanza tra i dipendenti

                        I dipendenti lavorano spesso vicini tra loro sulle linee di lavorazione. I dipendenti possono anche essere vicini gli uni agli altri in altri luoghi, come ingressi/uscite della struttura, punti di ingresso/uscita, sale relax, bagni, stanze ripostiglio, spogliatoi/camerini, docce e servizi igienici e lavanderie prima dell'ingresso in kill floor o nelle sale di lavorazione.

                      2. Durata dell'interazione a stretto contatto

                        I dipendenti possono spesso avere interazioni a stretto contatto e prolungate. L’interazione a stretto contatto continua con individui potenzialmente contagiosi aumenta il rischio di trasmissione del coronavirus (COVID-19).

                      3. Tipo di interazione a stretto contatto

                        I dipendenti possono essere esposti al virus infettivo attraverso le goccioline respiratorie nell'aria, ad esempio quando i dipendenti dello stabilimento che hanno il virus tossiscono o starnutiscono. È anche possibile che l'esposizione possa verificarsi dal contatto con superfici o oggetti contaminati, come strumenti, postazioni di lavoro o tavoli nelle sale per la pausa.

                      4. Altri fattori distintivi che possono aumentare il rischio tra i dipendenti addetti alla carne e al pollame includono:
                        • La pratica comune in alcuni luoghi di lavoro di condividere i mezzi di trasporti come furgoni condivisi o veicoli navetta, car pooling e trasporti pubblici
                        • Contatti frequenti con colleghi di lavoro in contesti comunitari in aree dove c’è trasmissione comunitaria costante.

                      Controllo dei rischi di esposizione al coronavirus (COVID-19)

                      Face masks in workplaces

                      Directions from the Victorian Chief Health Officer about face masks are in place across Victoria. Everyone in Victoria over 12 must wear a fitted face mask outside of their home. For more information see the guidance Managing coronavirus (COVID-19) risks: Face masks in workplaces.

                      Quando un rischio per la salute è identificato sul luogo di lavoro, i datori di lavoro devono, per quanto ragionevolmente possibile, eliminare il rischio. Dove non è possibile eliminare il rischio, esso deve essere ridotto, per quanto ragionevolmente possibile.

                      I datori di lavoro hanno anche il dovere di consultarsi con i dipendenti ed eventuali HSR, per quanto ragionevolmente possibile, su questioni relative alla salute o alla sicurezza che incidono direttamente, o che possono incidere direttamente, su di loro. Ciò include la consultazione sulle decisioni su come controllare i rischi legati al coronavirus (COVID-19).

                      Ogni luogo di lavoro dovrà sviluppare un piano unico per ridurre al minimo il rischio introducendo diverse misure di controllo. Le tipologie di misure di controllo richieste dipendono dal livello di rischio nonché dalla disponibilità e idoneità dei controlli per ogni luogo di lavoro, comprese le singole aree di lavoro.

                      Screening e quarantena

                      Per ridurre al minimo il rischio di esposizione al coronavirus (COVID-19), i datori di lavoro dovrebbero prendere in considerazione l'implementazione di un processo per lo screening dei lavoratori prima dell'ingresso nel posto di lavoro per iniziare il loro turno. Il processo potrebbe includere:

                      • Chiedere ai dipendenti se hanno viaggiato o sono stati in contatto con casi confermati di coronavirus (COVID-19) o se hanno avuto uno dei sintomi comuni nelle ultime 48 ore (vedere l'elenco sopra)
                        • Eseguire controlli della temperatura con termometri touch-free. Va notato che tali test non diranno se una persona ha il coronavirus (COVID-19). Una persona può avere la febbre per altri motivi o assumere farmaci che riducono la temperatura o possono essere asintomatici. Se utilizzati, i controlli della temperatura dovrebbero essere usati solo come guida insieme ad altri strumenti per aiutare a prendere decisioni.

                          L'attrezzatura per eseguire i controlli della temperatura deve essere pulita e affidabile e devono essere adottati dei protocolli in caso di temperature elevate.

                          Le politiche e le procedure per lo screening dei dipendenti dovrebbero essere sviluppate in consultazione con i dipendenti, le HSR e i professionisti della medicina del lavoro.

                          Se un dipendente è al lavoro e sviluppa sintomi di coronavirus (COVID-19), il datore di lavoro deve fornire una mascherina ove possibile e il dipendente deve tornare immediatamente a casa, chiamare la linea informativa sul coronavirus (COVID-19) al 1800 675 398 e seguire la guida all'autoisolamento disponibile sul sito web del DHHS.

                          Il dovere del datore di lavoro di eliminare o ridurre i rischi legati all'esposizione al coronavirus (COVID-19) per quanto ragionevolmente possibile include garantire che:

                          • I dipendenti sanno cosa fare o chi avvisare se non si sentono bene o sospettano di essere stati infettati, secondo le informazioni fornite dal DHHS
                            • Qualsiasi dipendente che non si senta bene non si presenti sul posto di lavoro, compresi i dipendenti che sono stati sottoposti al test per il coronavirus (COVID-19) o che sono casi confermati di coronavirus (COVID-19)

                              Notifiable incidents and coronavirus (COVID-19)

                              From 28 July 2020 new temporary regulations under the Occupational Health and Safety Act 2004 specify when employers and self-employed persons must notify WorkSafe of a confirmed diagnosis of coronavirus (COVID-19) in the workplace. For more information see the guidance Notifiable incidents involving coronavirus (COVID-19).

                              Distanziamento fisico

                              Uno dei modi in cui il coronavirus (COVID-19) si diffonde è causato da persone che tossiscono o starnutiscono, causando la trasmissione di goccioline da una persona all'altra. Ecco perché uno dei modi migliori per proteggere gli altri è praticare il distanziamento fisico.

                              Distanziarsi fisicamente significa mantenere una distanza interpersonale di almeno 1,5 m ove possibile. È necessario fare tutto il possibile per garantire che sia raggiunta e mantenuta una distanza di almeno 1,5 m tra i dipendenti. Se ciò non è possibile in uno spazio chiuso, in media non dovrebbe esserci più di 1 persona per 4 metri quadrati di superficie.

                              Il distanziamento fisico dovrebbe essere praticato e incoraggiato nei luoghi di lavorazione della carne e del pollame. Ciò include l’area della fabbrica, i punti di ingresso e di uscita, i servizi (servizi igienici e spogliatoi), le aree mensa e per i fumatori e durante le riunioni.

                              Alcuni dei modi in cui datori di lavoro e dipendenti possono incoraggiare il distanziamento fisico sono:

                              • Configurare le aree di lavoro comuni in modo che i dipendenti siano distanti almeno 1,5 m l'uno dall'altro, se possibile. Potrebbero essere necessarie modifiche nelle pratiche di produzione per mantenere le distanze appropriate tra i dipendenti.
                                • Utilizzare dei contrassegni sul pavimento per fornire guide di distanziamento fisico minimo tra le postazioni di lavoro.
                                  • Modificare l'allineamento delle postazioni di lavoro in modo che i dipendenti non siano uno di fronte all'altro.
                                    • Laddove non sia possibile una distanza di 1,5 m tra i dipendenti, installare pannelli o tende a strisce di plastica ove possibile per ridurre al minimo il rischio di trasmissione di goccioline da un dipendente all'altro. I pannelli devono essere sufficientemente alti da impedire che potenziali goccioline emesse da dipendenti che tossiscono o starnutiscono raggiungano direttamente gli altri dipendenti.
                                      • Assicurarsi che ogni dipendente abbia le attrezzature/gli strumenti propri.
                                        • Nel caso in cui vi siano aree designate per i fumatori, assicurarsi che i fumatori siano ad almeno 1,5 m di distanza. Ciò si potrebbe ottenere segnalando le postazioni sul pavimento e, se necessario, estendendo l'area designata per i fumatori.
                                          • Ridurre al minimo l’affollamento di dipendenti in attesa di entrare e uscire dal luogo di lavoro e da varie parti del luogo di lavoro:
                                            • Assegnando diverse porte per l'ingresso e l'uscita in tutto il luogo di lavoro, ove possibile
                                            • Utilizzando un sistema di entrata e uscita dal lavoro il più veloce possibile e senza contatti per entrare e uscire
                                            • Utilizzando i segni sul pavimento per fornire guide di distanziamento fisico minimo agli ingressi e alle uscite
                                          • Se sul posto di lavoro vengono utilizzati ventilatori come ventilatori a piedistallo o ventilatori fissi, ridurre al minimo l'aria proveniente dalle ventole che soffia da un dipendente direttamente verso un altro.
                                            • Adibire sale mensa separate per le squadre di lavoro, se possibile.
                                              • Utilizzare aree per la mensa e per le pause aggiuntive o alternative per i dipendenti come ad esempio aule per attività di formazione e conferenze o soluzioni portatili.
                                                • Fornire a ogni dipendente una sedia permanente nella mensa. Laddove ciò non sia praticabile, il datore di lavoro deve garantire un'adeguata pulizia e disinfezione che avvenga tra l'accesso alla mensa da parte di diversi gruppi.
                                                  • Installare barriere sui tavoli e tra le sedie nelle mense.
                                                    • Limitare ogni tavolo a 2 persone, a ciascuna estremità, a meno che non sia possibile ottenere una maggiore distanza (rimuovendo i posti in eccesso), altrimenti aggiungere delle partizioni ai tavoli.
                                                      • Scaglionare gli orari in cui il personale arriva, prende le pause e se ne va, ove possibile, per evitare le congestioni.
                                                        • Prendere in considerazione l'idea di aumentare il tempo di riposo tra i turni.
                                                          • Aumentare i servizi sul lavoro (inclusi servizi igienici portatili e aree per lavarsi) se necessario per mantenere una distanza di 1,5 m.
                                                            • Isolare delle sezioni sui posti a sedere sulle panche per garantire una distanza di 1,5 m.
                                                              • Aumentare il numero di strutture per lavarsi le mani.
                                                                • Aumentare il numero di aree per cambiarsi o concedere più tempo per cambiarsi e prendere in considerazione la possibilità di scaglionare gli orari in cui i dipendenti si cambiano ove possibile.
                                                                  • Rallentare la produzione per creare tempo aggiuntivo che riduca la congestione nelle aree con lavastivali, docce e negli spogliatoi.
                                                                    • Sostituire i rubinetti sul lavoro con dei rubinetti con comando a ginocchio o a pedale, creare partizioni tra i rubinetti e tra le manichette di gomma e utilizzare ventole di scarico per ridurre l'elevata umidità.
                                                                      • Creare percorsi di file singole con contrassegni ogni 1,5 m.
                                                                        • Garantire che i supervisori o le persone designate monitorino, incoraggino e agevolino il distanziamento, in particolare sulle aree di lavorazione, e nelle aree per lavarsi e sanificarsi le mani.
                                                                          • Incoraggiare i dipendenti a evitare il car pooling, se possibile.
                                                                            • Se viene svolto normalmente un turno, considerare la possibilità di dividere i dipendenti su due turni, se possibile.
                                                                              • Considerare l'idea di fornire un congedo aggiuntivo laddove è necessario un congedo a causa del COVID-19. Ciò può ridurre il rischio che i dipendenti si rechino al lavoro in caso di malessere a causa di esigenze finanziarie.
                                                                                • Prendi in considerazione la possibilità di raggruppare le squadre di lavoro in sottogruppi, per ridurre il numero di persone diverse a cui ogni dipendente lavora direttamente accanto. Ciò può ridurre al minimo la diffusione del coronavirus (COVID-19) se presente sul posto di lavoro, ridurre al minimo il numero di dipendenti che devono essere messi in quarantena se è necessaria la quarantena e aumentare l'efficacia di eventuali sistemi di lavoro modificati (come i turni spezzati).
                                                                                  • Annota le posizioni del personale ogni giorno a fine di tracciabilità.
                                                                                    • Comunicare regolarmente la necessità di mantenere il distanziamento fisico e altre misure di controllo. Qualsiasi riunione o attività di formazione non essenziale in presenza dovrebbe essere posticipata o annullata.
                                                                                      • Valutare la possibilità di consultare un tecnico specializzato in impianti di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell'aria per garantire un'adeguata ventilazione nelle aree di lavoro e ridurre al minimo le potenziali esposizioni dei dipendenti.
                                                                                        • La ventilazione per diluizione potrebbe inoltre essere utilizzata in altre aree ad alto concentramento di dipendenti come le aree dove ci sono i lavastivali e le docce al fine di diluire quegli ambienti e ridurre ulteriormente qualsiasi rischio potenziale.

                                                                                          Se le misure di allontanamento fisico introducono nuovi rischi per la salute e la sicurezza, i datori di lavoro devono controllare anche tali rischi.

                                                                                          Il DHHS e il Ministero della Salute del governo australiano hanno cartelloni e altre risorse volte a educare il pubblico sul coronavirus (COVID-19). Si possono collocare in ambienti di lavoro rivolti al cliente (ad esempio negli ingressi del posto di lavoro).

                                                                                          Esempi pratici di distanziamento fisico

                                                                                          Cattivo esempio

                                                                                          I dipendenti si trovano a meno di 1,5 metri l'uno dall'altro, fianco a fianco o su postazioni di lavoro uno di fronte all’altra.

                                                                                          Employees are within 1.5 metres of one another, side by side or facing workstations.

                                                                                          Buon esempio

                                                                                          Barriere fisiche come le partizioni, separano i dipendenti l'uno dall'altro.

                                                                                          Potrebbe essere necessario regolare le partizioni per integrarle con la linea di lavorazione o altre apparecchiature di produzione.

                                                                                          Employees are spaced at least 1.5 metres apart, not facing one another.  Other configurations may be used to achieve similar distancing between employees.

                                                                                          Buon esempio

                                                                                          I dipendenti sono distanziati di almeno 1,5 metri l'uno dall'altro, non uno di fronte all'altro.

                                                                                          Altre configurazioni possono essere utilizzate per ottenere distanze simili tra i dipendenti.

                                                                                          Physical barriers such as partitions, separate employees from each other.  Partitions may need to be adjusted to integrate with the processing line or other manufacturing equipment.

                                                                                          Buon esempio

                                                                                          Barriere fisiche come le partizioni, separano i dipendenti l'uno dall'altro.

                                                                                          Potrebbe essere necessario regolare le partizioni per integrarle con la linea di lavorazione o altre apparecchiature di produzione, anche dove i dipendenti devono eseguire attività in tandem gli uni con gli altri.

                                                                                          Per le attività svolte in tandem, con i dipendenti uno di fronte all'altro, è possibile posizionare le partizioni per proteggere i dipendenti consentendo il passaggio dei materiali.

                                                                                          Image shows employees needing to work in tandem and positions of partitions as recommended.

                                                                                          Fonte: queste immagini sono state adattate da Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), Coronavirus Disease 2019 (COVID-19), Industria dell'imballaggio di carne e pollame: linee guida ad interim del CDC e della Occupational Health and Safety Administration (OHSA).

                                                                                          Igiene

                                                                                          Pulizia ambientale

                                                                                          La quantità di tempo in cui il coronavirus (COVID-19) sopravvive su oggetti e superfici inanimati varia. La pulizia ambientale è un modo per rimuovere il virus.

                                                                                          Seguire i consigli del DHHS sulla pulizia: vedere il documento “Pulizia e disinfezione per ridurre la trasmissione di COVID-19” nella pagina del DHHS “Business and industry coronavirus disease (COVID-19)”.

                                                                                          Le normali regole di pulizia dovrebbero essere intensificate, anche alla fine di ogni turno. Inoltre:

                                                                                          • Assicurarsi che le superfici toccate di frequente vengano pulite e disinfettate regolarmente con soluzioni detergenti o disinfettanti appropriate.
                                                                                            • Detergere e disinfettare frequentemente gli oggetti personali utilizzati sul posto di lavoro come occhiali e telefoni.
                                                                                              • Pulire le aree dove ci sono i lavastivali e le docce (incluse le maichette) dopo ogni pausa principale.
                                                                                                • I servizi sul posto di lavoro, tra cui cucine, mense, aree comuni, spogliatoi, servizi igienici, docce, fontanelle e distributori automatici dovrebbero essere puliti e disinfettati e la frequenza di questa pulizia dovrebbe aumentare.

                                                                                                  Ulteriori controlli a livelli di pulizia e igiene che possono essere necessari includono:

                                                                                                  • Assicurarsi che le superfici vengano pulite se un dipendente diffonde goccioline (come starnuti, tosse o vomito).
                                                                                                    • Assicurarsi che le persone che effettuano la pulizia indossino guanti e seguano le raccomandazioni del produttore per l'uso dei DPI. Ad esempio, i dipendenti potrebbero aver bisogno di occhiali protettivi quando usano alcuni prodotti chimici. Ove possibile, lavarsi le mani con acqua e sapone dopo la pulizia o, se non è possibile lavarle, utilizzare un disinfettante per le mani a base di alcol.
                                                                                                      • Disporre disinfettanti per le mani a base di alcol in tutto il luogo di lavoro.
                                                                                                        • Fornire cestini chiusi in posizioni appropriate affinché i dipendenti possano smaltire igienicamente i rifiuti tra cui i fazzoletti usati il prima possibile dopo l'uso.
                                                                                                          • Fornire disinfettante per le mani a base di alcol per i dipendenti da utilizzare dopo aver smaltito i rifiuti.
                                                                                                            • Laddove gli indumenti da lavoro dei dipendenti vengono lavati sul posto di lavoro, devono essere messe in atto procedure appropriate che devono poi essere riviste per garantirne l'efficacia.
                                                                                                              • Prendere in considerazione la possibilità di utilizzare più aria pura (esterna) e di ridurre l'uso di ricircolo d'aria nelle aree comuni.

                                                                                                                Per ulteriori informazioni sulla pulizia, consultare i documenti su “Pulizia e disinfezione per ridurre la trasmissione di COVID-19”; nella pagina del DHHS “Business and industry coronavirus disease (COVID-19)”.

                                                                                                                Igiene dei dipendenti

                                                                                                                Garantire che tutti i dipendenti adottino una buona igiene, anche:

                                                                                                                • Lavandosi spesso le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi, anche prima e dopo aver mangiato e essere andati in bagno
                                                                                                                  • Coprendosi con il gomito o un fazzoletto quando si tossisce o si starnutisce
                                                                                                                    • Evitando di toccarsi gli occhi, il naso e la bocca
                                                                                                                      • Smaltendo immediatamente i fazzoletti in un cestino dei rifiuti e poi lavandosi le mani
                                                                                                                        • Utilizzando disinfettanti per le mani a base di alcol
                                                                                                                          • Pulendo e disinfettando le superfici e attrezzature condivise dopo l'uso
                                                                                                                            • Limitando il contatto con gli altri, inclusi stringersi la mano

                                                                                                                              I datori di lavoro dovrebbero garantire che i servizi igienici per i dipendenti dispongano di strutture adeguate per una buona igiene, compresa la presenza di acqua corrente pulita e una fornitura adeguata di sapone, acqua, asciugamani di carta monouso o asciugatrici per le mani e carta igienica. Questi devono essere tenuti puliti, adeguatamente riforniti e in buono stato di funzionamento.

                                                                                                                              I datori di lavoro dovrebbero anche fornire disinfettanti per le mani a base di alcol contenenti almeno il 60% di alcol nel caso in cui non siano immediatamente disponibili acqua e sapone. Il disinfettante per le mani dovrebbe essere posto in più punti per incoraggiare l'igiene delle mani. Se possibile, scegliere postazioni disinfettanti per le mani che non prevedano il contatto.

                                                                                                                              I datori di lavoro dovrebbero anche considerare altri modi per promuovere l'igiene personale, come ad esempio:

                                                                                                                              • Creare ulteriori brevi pause negli orari del personale per aumentare la frequenza con cui il personale può lavarsi le mani
                                                                                                                                • Estendere le pause attualmente programmate per consentire ai dipendenti di seguire le corrette procedure igieniche
                                                                                                                                  • Fornire fazzoletti e contenitori per la spazzatura senza contatto (ad esempio azionati a pedale) per i dipendenti
                                                                                                                                    • Istruire i lavoratori sul fatto che le sigarette e l'uso di tabacco senza fumo possono comportare un maggiore contatto tra mani e bocca potenzialmente contaminate e che evitare questi prodotti può ridurre il rischio di infezione
                                                                                                                                      • Istruire i lavoratori a non condividere oggetti come bottiglie o sigarette
                                                                                                                                        • Ridurre il numero di punti di contatto per i dipendenti, ad esempio lasciando aperte le porte di accesso ove opportuno

                                                                                                                                          I lavoratori dovrebbero essere istruiti a evitare di toccarsi il viso, inclusi gli occhi, il naso e la bocca, in particolare fino a quando non si sono lavati accuratamente le mani al termine del lavoro e/o dopo aver rimosso i dispositivi di protezione individuale (DPI).

                                                                                                                                          Dispositivi di protezione individuale (DPI)

                                                                                                                                          Il DPI è una protezione da utilizzarsi come ultima risorsa.

                                                                                                                                          In alcuni casi, a causa del rischio di esposizione a goccioline che rimane dopo che i controlli di cui sopra (compreso il distanziamento fisico e l'uso di barriere) sono stati presi in considerazione e implementati o non sono pratici, è necessario fornire mascherine o visiere protettive appropriate. Ad esempio, alcune aree di lavoro (ad es. aree di uccisione/macello) in luoghi di lavoro vecchi o mal progettati potrebbero, a breve termine, non consentire il distanziamento fisico e barriere appropriate per impedire la trasmissione di schizzi/goccioline (come tosse e starnuti).

                                                                                                                                          Alcune mascherine appropriate sono i respiratori (che soddisfano lo standard australiano/neozelandese sugli Apparecchi di protezione delle vie respiratorie (AS/NZS 1716: 2012) o equivalente) e le mascherine chirurgiche, specificando che le mascherine chirurgiche sarebbero adeguate e che i respiratori dovrebbero essere riservati principalmente alle procedure di assistenza sanitaria specialistica.

                                                                                                                                          Nei casi in cui si fa affidamento sui DPI (come mascherine o visiere protettive) come misura di controllo:

                                                                                                                                          • I datori di lavoro devono garantire che siano disponibili DPI adeguati sul lavoro e facilmente accessibili
                                                                                                                                            • Deve essere fornita formazione sull'uso e la manutenzione del DPI, insieme alla supervisione per garantire che sia utilizzato in modo appropriato
                                                                                                                                              • Le mascherine monouso devono essere smaltite dopo una pausa
                                                                                                                                                • Le mascherine non usa e getta devono essere adeguatamente pulite e conservate quando si va in pausa
                                                                                                                                                  • Le visiere protettive o gli occhiali protettivi riutilizzabili devono essere adeguatamente puliti e disinfettati dopo ogni utilizzo

                                                                                                                                                    Fattorini, lavoratori indipendenti e visitatori che si recano sul luogo di lavoro

                                                                                                                                                    • Le visite non essenziali al luogo di lavoro dovrebbero essere annullate o posticipate.
                                                                                                                                                      • Ridurre il più possibile il numero di dipendenti che si occupano delle consegne e degli appaltatori.
                                                                                                                                                        • Gli autisti dei mezzi di trasporto per le consegne e altri lavoratori indipendenti che devono recarsi sul posto di lavoro, fornire servizi di manutenzione o riparazione o svolgere altre attività essenziali, dovrebbero ricevere chiare istruzioni sui requisiti mentre si trovano sul posto di lavoro.
                                                                                                                                                          • Assicurarsi che, dopo aver maneggiato fisicamente le consegne, siano prontamente disponibili per i dipendenti delle strutture per lavarsi le mani, o se non possibile, dei disinfettanti per le mani a base di alcol.
                                                                                                                                                            • Invitare i visitatori, siano questi autisti dei mezzi di trasporto per le consegne o altri lavori indipendenti, a rimanere a bordo dei propri mezzi e a utilizzare metodi senza contatto come i telefoni cellulari per comunicare con i dipendenti, ove possibile.
                                                                                                                                                              • Invitare i visitatori, siano questi autisti dei mezzi di trasporto per le consegne o altri lavori indipendenti, a utilizzare disinfettanti per le mani a base di alcol prima di maneggiare i prodotti che vengono consegnati.
                                                                                                                                                                • Utilizzare e chiedere ai conducenti delle consegne e agli appaltatori di utilizzare documenti elettronici ove possibile, per ridurre al minimo l'interazione fisica. Ove possibile, trovare delle alternative alla firma. Ad esempio, controllare se un'e-mail di conferma o una foto della merce caricata o scaricata può essere accettata come prova di consegna o ritiro (a seconda dei casi).

                                                                                                                                                                  Comunicazione e benessere dei dipendenti

                                                                                                                                                                  I datori di lavoro devono consultarsi con i dipendenti ed eventuali HSR su questioni relative alla salute o alla sicurezza che incidono direttamente, o che possono incidere direttamente, su di loro, per quanto ragionevolmente possibile. I datori di lavoro dovrebbero inoltre:

                                                                                                                                                                  • Fornire informazioni aggiornate a tutti i dipendenti in un formato facilmente comprensibile (ad esempio nella loro lingua) e in più formati (ad esempio e-mail, cartelloni, a voce), incluso ai dipendenti in congedo, ai lavoratori indipendenti e ai lavoratori saltuari
                                                                                                                                                                    • Garantire che siano attuati piani di emergenza per la sostituzione del personale quando necessario

                                                                                                                                                                      Doveri legali

                                                                                                                                                                      I datori di lavoro hanno doveri ai sensi della legge OHS, che prevedono l’obbligo, per quanto ragionevolmente possibile, di:

                                                                                                                                                                      • Fornire e mantenere un ambiente di lavoro sicuro e senza rischi per la salute dei lavoratori dipendenti e indipendenti
                                                                                                                                                                        • Fornire strutture adeguate per il benessere dei lavoratori dipendenti e indipendenti
                                                                                                                                                                          • Fornire le informazioni, le istruzioni, la formazione o la supervisione ai lavoratori dipendenti e indipendenti necessarie a consentire a tali persone di svolgere il proprio lavoro in modo sicuro e senza rischi per la salute
                                                                                                                                                                            • Monitorare la salute dei dipendenti del datore di lavoro
                                                                                                                                                                              • Monitorare le condizioni in qualsiasi posto di lavoro gestito e controllato dal datore di lavoro
                                                                                                                                                                                • Fornire informazioni in materia di salute e sicurezza ai dipendenti, incluso (se pertinente) in lingue diverse dall'inglese
                                                                                                                                                                                  • Assicurare che le persone che non sono dipendenti del datore di lavoro non siano esposte a rischi per la salute o la sicurezza derivanti dalla condotta del datore di lavoro
                                                                                                                                                                                    • Consultare i dipendenti ed eventuali rappresentanti della salute e della sicurezza (HSR) su questioni relative alla salute o alla sicurezza che incidono direttamente, o che possono incidere direttamente, su di loro

                                                                                                                                                                                      Una persona che gestisce o controlla un luogo di lavoro deve garantire, per quanto ragionevolmente possibile, che il luogo di lavoro e le modalità per entrare e uscire da esso siano sicuri e senza rischi per la salute.

                                                                                                                                                                                      Anche i dipendenti hanno dei doveri ai sensi della Legge OHS, secondo i quali devono:

                                                                                                                                                                                      • Prendersi ragionevole cura della propria salute e sicurezza
                                                                                                                                                                                        • Prestare ragionevole attenzione alla salute e alla sicurezza delle persone che potrebbero essere colpite da atti o omissioni del lavoratore sul posto di lavoro
                                                                                                                                                                                          • Cooperare con il proprio datore di lavoro in relazione a qualsiasi azione intrapresa dal datore di lavoro per rispettare un requisito imposto dalla Legge OHS

                                                                                                                                                                                            Riferimenti

                                                                                                                                                                                            Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), Coronavirus Disease 2019 (COVID-19), Industria dell'imballaggio di carne e pollame: linee guida ad interim del CDC e della Occupational Health and Safety Administration (OHSA).