Prevenzione e gestione dell’esposizione al coronavirus (COVID-19) nel settore dell’assistenza sanitaria e sociale.

Informazioni sulla gestione del rischio di esposizione al COVID-19 in ambito clinico e non, incluso il trasporto pazienti.

Le restrizioni della fase 4 sono valide per l’area metropolitana di Melbourne e le restrizioni della fase 3 per l’area regionale del Victoria

Fintanto che sono attive le restrizioni della fase 4 “Rimani a casa”, a seconda del settore potrebbe essere richiesto di essere:

  • Chiusi per le attività lavorative in loco
    • Aperti per le attività lavorative in loco con un Piano COVIDSafe completo
      • Soggetti ad attività limitate o obblighi specifici del settore.

        Queste restrizioni possono essere aggiornate in qualsiasi momento. È necessario rimanere aggiornati su eventuali cambiamenti per il proprio settore.

        Preparare un Piano COVIDSafe

        È obbligatorio che ogni luogo di lavoro operante in base alle restrizioni della fase 4 "Rimani a casa" disponga di un Piano COVIDSafe. Si consiglia che i luoghi di lavoro operanti in loco in base alle restrizioni della fase 3 "Rimani a casa” dispongano di un Piano COVIDSafe.

        Un Piano COVIDSafe aiuta le aziende a soddisfare i requisiti previsti dalle direttive del Victorian Chief Health Officer (CHO).

        Business Victoria dispone di informazioni sui piani COVIDSafe, inclusi modelli e indicazioni.

        In che modo le restrizioni interessano i miei obblighi in materia di salute e sicurezza sul lavoro?

        Le restrizioni non apportano nessun cambiamento agli obblighi previsti dalla Legge sulla salute e la sicurezza sul lavoro del 2004 (Occupational Health and Safety Act 2004, Legge OHS) e dalle Disposizioni sulla salute e sicurezza sul lavoro del 2017 (Occupational Health and Safety Regulations 2017, Disposizioni OHS).

        La preparazione un Piano COVIDSafe rientra nello sviluppo di un sistema di lavoro sicuro, tuttavia avere un Piano COVIDSafe e rispettare le indicazioni del CHO non significa necessariamente aver rispettato i doveri previsti dalla Legge OHS e dalle Disposizioni OHS.

        È obbligatorio seguire tutte le direttive sulla salute valide per il modo in cui deve operare la propria azienda e assicurarsi di rispettare i propri obblighi ai sensi della Legge OHS. I dipendenti devono inoltre adempiere ai propri doveri ai sensi della Legge OHS.

        Circostanze

        Il 16 marzo 2020 il governo del Victoria ha dichiarato lo stato di emergenza nel Victoria, per contribuire a ridurre al minimo la diffusione del coronavirus (COVID-19).

        Il numero di casi confermati di coronavirus (COVID-19) in Australia sta aumentando.La situazione sta cambiando rapidamente.

        Un'infezione da coronavirus (COVID-19) può causare malattie respiratorie da lievi a gravi.I sintomi comuni del coronavirus (COVID-19) sono:

        • Febbre
          • Brividi o sudori
            • Tosse
              • Mal di gola
                • Mancanza di respiro
                  • Naso che cola
                    • Perdita dell'olfatto

                      Gli impiegati nel settore dell’assistenza sanitaria e sociale sono ad alto rischio di essere esposti al coronavirus (COVID-19).Questi lavoratori hanno la probabilità di entrare a stretto contatto con pazienti e clienti nelle strutture e nelle case delle persone e per via del fatto che lavorano in ambienti dove c’è molto movimento di persone.

                      I datori di lavoro devono, per quanto ragionevolmente possibile, fornire e mantenere un ambiente di lavoro sicuro e senza rischi per la salute dei dipendenti.Ciò include la prevenzione dei rischi per la salute (inclusa la salute psicologica) e la sicurezza legati alla potenziale esposizione al coronavirus (COVID-19) derivante dalla fornitura di servizi di assistenza sanitaria e sociale nelle condizioni attuali.

                      I dipendenti hanno il dovere di prendersi ragionevole cura della propria e altrui salute e sicurezza sul posto di lavoro e collaborare con i propri datori di lavoro su qualsiasi azione intrapresa in conformità alla legge o alle disposizioni OHS (Salute e sicurezza sul lavoro).

                      Maggiori informazioni sugli obblighi del datore e del lavoratore sono indicate di seguito (si veda Doveri legali).

                      Notifiable incidents and coronavirus (COVID-19)

                      From 28 July 2020 new temporary regulations under the Occupational Health and Safety Act 2004 specify when employers and self-employed persons must notify WorkSafe of a confirmed diagnosis of coronavirus (COVID-19) in the workplace. For more information see the guidance Notifiable incidents involving coronavirus (COVID-19).

                      Individuare i rischi per la salute nel settore dell’assistenza sanitaria e sociale

                      I datori di lavoro devono individuare il livello di rischio per la salute dei loro dipendenti a causa dell'esposizione al coronavirus (COVID-19) sul posto di lavoro laddove l’assistenza viene fornita a casa delle persone.Ciò deve essere fatto in consultazione con i rappresentanti per la salute e la sicurezza (HSR) e i lavoratori.

                      Alcune delle attività che possono porre un rischio di esposizione al coronavirus sono:

                      • Fornire assistenza o sostegno diretto a persone con infezione sospetta o confermata da coronavirus (COVID-19).
                        • Trasporto di persone con infezione sospetta o confermata da coronavirus (COVID-19).
                          • Trasmissione da parte dei dipendenti che potrebbero essere stati esposti a pazienti con infezione sospetta o confermata da coronavirus (COVID-19) ad altri dipendenti.
                            • Esecuzione di procedure che generano aerosol (ad es. broncoscopia, intubazione tracheale, ossigenoterapia ad alti flussi, ventilazione manuale prima dell'intubazione, rianimazione cardiopolmonare, induzione dell'espettorato, aspirazione, uso del nebulizzatore) su persone con infezione sospetta o confermata da coronavirus (COVID-19).
                              • Esame obiettivo delle persone che presentano sintomi compatibili con l'infezione da coronavirus (COVID-19).
                                • Pulizia delle apparecchiature mediche utilizzate per persone con infezione sospetta o confermata da coronavirus (COVID-19).
                                  • Addetti alle pulizie, personale domestico o visitatori che entrano nella stanza di persone con infezione sospetta o confermata da coronavirus (COVID-19).
                                    • Pulizia di posate, piatti o altri oggetti utilizzati da persone con infezione sospetta o confermata da coronavirus (COVID-19).
                                      • Pulire stanze e aree pubbliche in cui sono state presenti persone con infezione sospetta o confermata da coronavirus (COVID-19).
                                        • Transito attraverso aree in cui si trovano persone con infezione sospetta o confermata da coronavirus (COVID-19) (ad esempio reparti, corridoi, sale d'attesa, mense, aree comuni di ambienti residenziali).
                                          • Manipolazione di campioni respiratori di persone con infezione sospetta o confermata da coronavirus (COVID-19).
                                            • Attività di accettazione che comportano interazioni con persone con infezione sospetta o confermata da coronavirus (COVID-19).
                                              • Manipolazione di rifiuti contaminati o dispositivi di protezione individuale (DPI), che sono stati utilizzati dal personale che si prende cura di persone con infezione sospetta o confermata da coronavirus (COVID-19).

                                                I datori di lavoro devono anche identificare se vi sono altri rischi che sono aumentati a causa del coronavirus (COVID-19), tra cui:

                                                • Violenza e aggressività sul lavoro (sia sul posto di lavoro che nelle aree pubbliche dove il personale può indossare uniformi), dovuta a cattiva gestione in prima linea, informazioni che cambiano rapidamente, aumento del carico di lavoro, attuazione delle restrizioni governative e timori del pubblico sul coronavirus (COVID-19).
                                                  • Stanchezza, derivante dall’aumento del carico di lavoro, carenza di personale, turni aggiuntivi o più lunghi e altre tensioni.
                                                    • Stress, derivante da trauma vicario, aumento del carico di lavoro e livelli elevati di concentrazione costanti.
                                                      • Disponibilità di rifornimenti, tra cui DPI o attrezzi per la pulizia.
                                                        • Carenza di forza lavoro e competenze, compresi i cambiamenti apportati alla composizione della forza lavoro o alle mansioni normalmente svolte da un lavoratore.
                                                          • Praticità dell'uso dei DPI in un ambiente di prima linea (come ad esempio quando si entra nelle case dei pazienti, si curano i pazienti sul pavimento di un’abitazione).
                                                            • DPI che vengono resi inefficaci o danneggiati da fattori ambientali (ad esempio, quando i camici dei paramedici si impigliano o vengono strappati da forti venti).

                                                              Controllo dei rischi per la salute

                                                              Quando viene identificato un rischio per la salute, inclusa la salute psicologica, sul luogo di lavoro, i datori di lavoro devono, per quanto ragionevolmente possibile, eliminare il rischio.Laddove non sia possibile eliminare il rischio, deve essere tenuto sotto controllo, per quanto ragionevolmente possibile.

                                                              I datori di lavoro hanno anche il dovere di consultare i dipendenti e i rappresentanti della salute e della sicurezza (HSR) (se ve ne sono), su questioni relative alla salute o alla sicurezza che incidono direttamente, o che possono incidere direttamente, su di loro.

                                                              Ciò prevede la consultazione sull'identificazione di pericoli o rischi e le decisioni relative al controllo dei rischi legati al coronavirus (COVID-19) (ad esempio, lavorare in un luogo diverso dalla solita sede di lavoro, procedure per la gestione di persone decedute).

                                                              Il tipo di misure di controllo richiesto dipende del livello di rischio, nonché dalla disponibilità e dall'adeguatezza dei controlli per ciascun posto di lavoro, incluse le aree personali.

                                                              Le misure di controllo includono:

                                                              Sistemi di lavoro

                                                              • Sviluppare piani a livello di organizzazione per affrontare un aumento della domanda a causa del coronavirus (COVID-19), compresa la predisposizione e l'attuazione di misure di controllo per prevenire i rischi di esposizione per i dipendenti.Questi piani devono essere preparati in conformità con le raccomandazioni fornite dal sito Web sul coronavirus (COVID-19) del Ministero della Salute e i Servizi alla Persona (Department of Health and Human Services, DHHS) (si veda il link di seguito).
                                                                • Sviluppare piani a livello di struttura che descrivono le misure di controllo che saranno attuate in caso di focolaio (es. quarantena dei residenti, uso di bagni e cucine), in conformità con le raccomandazioni fornite dal DHHS.
                                                                  • Prevenire contatti non necessari con persone con infezione sospetta o confermata da coronavirus (COVID-19) (ad es. screening telefonico preliminare per essere indirizzati ad una struttura appropriata, consulenza telefonica).
                                                                    • Ridurre al minimo il rischio di infezioni crociate isolando le equipe che hanno in cura casi sospetti e confermati di coronavirus (COVID-19).
                                                                      • Limitare la trasmissione assegnando i dipendenti a lavorare in un unico reparto o struttura per turno.
                                                                        • Limitare la trasmissione nelle strutture di assistenza domiciliare assegnando regolarmente pazienti o clienti allo stesso dipendente per ciascun turno.
                                                                          • Applicare costantemente misure di distanziamento fisico in tutti gli ambienti di lavoro, inclusi quelli clinici e non clinici, durante i passaggi di consegne, le visite assistenziali a domicilio e i controlli a casa per assicurarsi dello stato di salute.
                                                                            • Messaggio esplicito al personale per assicurarsi che i lavoratori non si rechino al lavoro in caso di malessere.
                                                                              • Monitorare la salute dei lavoratori per promuovere la diagnosi precoce di sospetta infezione da coronavirus (COVID-19) e prevenirne la trasmissione.
                                                                                • Garantire che siano in atto piani di continuità aziendale in caso di assenteismo del personale, tra cui addestramento e formazione specifica adeguati al contesto per i lavoratori a cui vengono assegnate funzioni in aree al di fuori delle loro normali aree di lavoro.

                                                                                  Si vedano le informazioni del sito Web DHHS per i servizi sanitari, inclusi gli strumenti che possono aiutare a pianificare e ad attuare dei sistemi di lavoro sicuri.

                                                                                  Ambiente e strutture di lavoro

                                                                                  • Cambiare l'ambiente di lavoro per evitare contatti non necessari con casi sospetti o confermati di coronavirus (COVID-19) (ad esempio strutture designate, barriere in plexiglass nelle aree di accoglienza, punti di ingresso e uscita designati per i casi sospetti o confermati di coronavirus (COVID-19).
                                                                                    • Fornire e incoraggiare l'uso di strutture o prodotti (ad es. stazioni per lavarsi le mani con sapone e asciugamani, disinfettante per le mani con almeno il 60% di alcol, soluzione a base di candeggina per la disinfezione/pulizia) per consentire ai dipendenti di mantenere buone prassi igieniche.
                                                                                      • Evitare l'uso condiviso di telefoni, scrivanie, uffici, cucine o altri strumenti e attrezzature di lavoro.
                                                                                        • Sanificazione accurata e regolare dei luoghi di lavoro.
                                                                                          • Sistemi adeguati di gestione dei rifiuti, anche per lo smaltimento sicuro dei DPI contaminati.
                                                                                            • Fornire ai dipendenti il tempo per lavarsi e cambiarsi i vestiti prima della fine del loro turno.
                                                                                              • Garantire a tutti i dipendenti l'accesso a luoghi puliti e sicuri per le pause pranzo.

                                                                                                DPI

                                                                                                • Fornire DPI appropriati per il livello di rischio legato all'attività, in conformità con le linee guida del DHHS per i servizi sanitari e i medici generici (link di seguito).Devono essere fornite informazioni, istruzioni e formazione e queste devono includere informazioni sul motivo per cui è richiesto il DPI, su come usarlo in modo sicuro, su come rimuoverlo in modo sicuro e su come smaltirlo in conformità con le direttive del DHHS.
                                                                                                  • Garantire che tutti i DPI forniti siano funzionali per l'ambiente di lavoro.
                                                                                                    • Fornire ai dipendenti abbigliamento da indossare al lavoro per ridurre il rischio di contaminazione crociata degli indumenti durante gli spostamenti e in casa e per ridurre il rischio di essere vittime di violenza per via del proprio lavoro durante gli spostamenti da e verso casa.
                                                                                                      • Fornire strutture adeguate ai dipendenti dove rimuovere e smaltire in modo sicuro i DPI e gli indumenti contaminati.
                                                                                                        • Fornire servizi di lavanderia ai dipendenti per ridurre la necessità di trasportare e maneggiare indumenti potenzialmente contaminati.
                                                                                                          • Informare regolarmente il personale sulla disponibilità di DPI (ad es. livelli di scorte).

                                                                                                            Comunicazione e benessere dei dipendenti

                                                                                                            • Consultare i rappresentanti HSR e i dipendenti con la frequenza necessaria per garantire che possano dare il loro apporto in relazione a eventuali modifiche proposte.
                                                                                                              • Comunicare eventuali alterazioni delle aspettative e delle condizioni di lavoro a pazienti, clienti e visitatori per ridurre il rischio di infezione da coronavirus (COVID-19) per i dipendenti.
                                                                                                                • Fornire informazioni in un formato e nelle lingue che i dipendenti possano facilmente comprendere.
                                                                                                                  • Garantire che venga offerta l'opportunità di lavorare in contesti a basso rischio, ove possibile, ai dipendenti che sono considerati ad alto rischio in relazione all'esposizione al coronavirus (COVID-19).
                                                                                                                    • Impiegare videoconferenze per le attività formative e le riunioni di reparto.
                                                                                                                      • Garantire che i dipendenti prendano pause di riposo regolari e abbiano accesso a strutture adeguate per le pause di riposo.
                                                                                                                        • Fornire informazioni aggiornate a tutti i lavoratori dipendenti, inclusi i dipendenti in congedo, i lavoratori indipendenti e i lavoratori occasionali.
                                                                                                                          • Garantire che i dipendenti sappiano come maneggiare, trasportare e disinfettare oggetti utilizzati al lavoro e indumenti potenzialmente contaminati (es. scarpe, telefoni, cartellini di identificazione).
                                                                                                                            • Assicurarsi che i dipendenti sappiano cosa fare o chi avvisare se non si sentono bene o sospettano di essere stati infettati, secondo le informazioni sul coronavirus (COVID-19) fornite dal DHHS (si veda il link di seguito).
                                                                                                                              • Garantire che i dipendenti sappiano cosa fare o chi avvisare se si sentono insicuri o a disagio sul posto di lavoro.

                                                                                                                                Se un dipendente sviluppa sintomi di coronavirus (COVID-19) deve isolarsi immediatamente, chiamare la linea informativa sul coronavirus al 1800 675 398 o il proprio medico e seguire la guida all'autoisolamento disponibile sul sito Web del DHHS (link di seguito).

                                                                                                                                Il dovere del datore di lavoro di eliminare o ridurre i rischi legati all'esposizione al coronavirus (COVID-19) per quanto ragionevolmente possibile include garantire che:

                                                                                                                                • I dipendenti sappiano cosa fare o chi avvisare se stanno poco bene o sospettano di essere stati infettati, secondo le informazioni fornite dal DHHS (si veda il link di seguito)
                                                                                                                                  • Qualsiasi dipendente che non si senta bene non si presenti sul posto di lavoro, compresi i dipendenti che sono stati sottoposti al test per il coronavirus (COVID-19) o che sono casi confermati di coronavirus (COVID-19)

                                                                                                                                    Lavorare in luoghi diversi dalla solita sede di lavoro

                                                                                                                                    In alcune circostanze, i datori di lavoro possono richiedere ai dipendenti di lavorare da un luogo diverso dalla solita sede di lavoro.

                                                                                                                                    Ciò prevede lavorare in un'area diversa, in cliniche appena aperte, ospedali di emergenza, unità di emergenza e modifiche all'assistenza prestata a domicilio.Se lavorare da casa è possibile o meno dipende dalle specifiche del posto di lavoro, dalle strutture disponibili per i dipendenti e dalla capacità dei dipendenti di svolgere il proprio lavoro in modo sicuro da casa.

                                                                                                                                    Al momento di decidere se i dipendenti debbano lavorare da un luogo diverso, i datori di lavoro dovrebbero consultarsi con i dipendenti ed eventuali rappresentanti HSR e dovrebbero:

                                                                                                                                    • Considerare se un dipendente è ad alto rischio di contrarre il coronavirus (COVID-19) o se manifesta complicanze associate, prima di inviarlo a un'area ad alto rischio di esposizione.
                                                                                                                                      • Valutare se lavorare da un luogo diverso presenterà rischi aggiuntivi, tra cui rischi legati alla manipolazione di materiali pericolosi o rischi psicologici legati all'isolamento.
                                                                                                                                        • Tenersi aggiornati con le informazioni sui rischi relativi al coronavirus (COVID-19) e le misure di controllo appropriate.
                                                                                                                                          • Cercare consigli specifici alle loro circostanze, comprese le raccomandazioni ufficiali rilasciate dal DHHS o da altri enti governativi e legali.Anche alcune organizzazioni di dipendenti e datori di lavoro possono offrire assistenza.
                                                                                                                                            • Stabilire sistemi di comunicazione per fornire informazioni ai dipendenti su come viene organizzato il lavoro.
                                                                                                                                              • Garantire che l'orario di lavoro sia monitorato e flessibile, ove possibile.
                                                                                                                                                • Garantire che siano presenti sistemi di supporto per IT, apparecchiature ed esigenze personali.

                                                                                                                                                  I datori di lavoro devono inoltre fornire un adeguato addestramento e una formazione specifica al contesto ai lavoratori che vengono assegnati a un luogo diverso dalla solita sede di lavoro.

                                                                                                                                                  Doveri legali

                                                                                                                                                  I datori di lavoro hanno dei doveri ai sensi della Legge sulla salute e la sicurezza sul lavoro del 2004 (Occupational Health and Safety Act 2004, Legge OHS), che prevede che debbano, per quanto ragionevolmente possibile:

                                                                                                                                                  • Fornire e mantenere un ambiente di lavoro sicuro e senza rischi per la salute dei lavoratori dipendenti e indipendenti.
                                                                                                                                                    • Fornire strutture adeguate per il benessere dei lavoratori dipendenti e indipendenti
                                                                                                                                                      • Fornire le informazioni, le istruzioni, la formazione o la supervisione ai lavoratori dipendenti e indipendenti necessarie a consentire a tali persone di svolgere il proprio lavoro in modo sicuro e senza rischi per la salute.
                                                                                                                                                        • Monitorare la salute dei dipendenti del datore di lavoro.
                                                                                                                                                          • Monitorare le condizioni in qualsiasi posto di lavoro gestito e controllato dal datore di lavoro.
                                                                                                                                                            • Fornire informazioni in materia di salute e sicurezza ai dipendenti, incluso (se pertinente) in lingue diverse dall'inglese.
                                                                                                                                                              • Assicurare che le persone che non sono dipendenti del datore di lavoro non siano esposte a rischi per la salute o la sicurezza derivanti dalla condotta del datore di lavoro.Consultare i dipendenti ed eventuali rappresentanti della salute e della sicurezza (HSR), su questioni relative alla salute o alla sicurezza che incidono direttamente, o che possono incidere direttamente, su di loro.

                                                                                                                                                                Una persona che gestisce o controlla un luogo di lavoro deve garantire, per quanto ragionevolmente possibile, che il luogo di lavoro e le modalità per entrare e uscire da esso siano sicuri e senza rischi per la salute.

                                                                                                                                                                Anche i dipendenti hanno dei doveri ai sensi della Legge OHS, secondo i quali devono:

                                                                                                                                                                • Prestare ragionevole attenzione alla propria salute e sicurezza e quella delle persone che potrebbero essere colpite da atti o omissioni del lavoratore sul posto di lavoro.
                                                                                                                                                                  • Cooperare con il proprio datore di lavoro in relazione a qualsiasi azione intrapresa dal datore di lavoro per rispettare un requisito imposto dalla Legge OHS (Legge sulla salute e sicurezza sul lavoro).

                                                                                                                                                                    La legge OHS conferisce ai rappresentanti HSR un ruolo nel sollevare e risolvere qualsiasi problema relativo alla salute e alla sicurezza sul lavoro con il proprio datore di lavoro e conferisce loro l’autorità di portare avanti le questioni se necessario.