Messa al bando della pietra ingegnerizzata

A partire dal 1 luglio 2024, agli abitanti del Victoria non sarà più consentito di compiere attività lavorative che prevedano la fabbricazione, fornitura, lavorazione, uso o installazione di pietra ingegnerizzata.

Shape

Maggiori dettagli sul divieto

Si definisce pietra ingegnerizzata quel prodotto artificiale che contiene silice cristallina, viene creato combinando materiali in pietra naturale con altri componenti chimici come acqua, resine o pigmenti e viene sottoposto a un processo di indurimento.

Saranno consentite alcune eccezioni per la rimozione, riparazione, modifiche di minore entità e smaltimento dei prodotti in pietra ingegnerizzata installati prima della proibizione (prodotti preesistenti), oltre a opportune eccezioni per prodotti in pietra ingegnerizzata con livelli estremamente ridotti di silice cristallina (sotto l'1%).

Un divieto doganale, inoltre, fornirà un livello supplementare di controllo e deterrenza alle frontiere australiane.

Fino a quel momento, rimarranno in vigore le leggi vigenti del Victoria sulla salute e sicurezza sul lavoro (Occupational Health and Safety, OHS) in relazione all'esposizione alla polvere di silice o alla lavorazione della pietra ingegnerizzata e ai relativi obblighi dei datori di lavoro. Se sei attualmente titolare di una licenza riguardante la pietra ingegnerizzata, essa rimarrà valida fino all'entrata in vigore della messa al bando.

Prima del 1 luglio 2024, i datori di lavoro o i lavoratori autonomi che pianificano di compiere lavorazioni con pietra ingegnerizzata devono ancora essere titolari di una licenza relativa alla pietra ingegnerizzata. Se non si è titolari di una licenza in corso di vigenza, è proibito svolgere qualsiasi lavorazione con pietra ingegnerizzata.

Per qualsiasi domanda, puoi mandare un'email all'indirizzo [email protected], oppure chiamare il numero 131 450 e prenotare un interprete che ti aiuti a parlare con WorkSafe.