Omicidio sul posto di lavoro

Informazioni per i datori di lavoro e gli altri titolari di obblighi in merito al nuovo reato di omicidio colposo sul posto di lavoro

Sfondo

Un nuovo reato penale di omicidio colposo sul posto di lavoro è stato introdotto nelle leggi in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Il reato si applica alla condotta negligente da parte di un datore di lavoro o di altri titolari di doveri come indicato di seguito, o di un funzionario di un'organizzazione, che viola alcuni doveri ai sensi della Legge sulla salute e la sicurezza sul lavoro 2004 (Occupational Health and Safety Act 2004, Legge OHS) e causa la morte di un'altra persona a cui era dovuto il dovere.

Le disposizioni sull'omicidio colposo sul posto di lavoro non funzioneranno retroattivamente. Ciò significa che sarà preso in considerazione solo un decesso avvenuto dopo il 1° luglio 2020.

La nuova legge mira a prevenire la morte sul posto di lavoro, a fornire un deterrente più forte affinché i titolari dei doveri rispettino i loro obblighi in materia di salute e sicurezza sul lavoro e a inviare un messaggio forte sul fatto che mettere a rischio la vita delle persone sul posto di lavoro non sarà tollerato.

Le modifiche non creano dazi addizionali; introducono sanzioni più severe sui dazi già esistenti ai sensi della Legge OHS. Come prevede attualmente la legge, i datori di lavoro e i titolari dei doveri dovrebbero smettere di pensare ai rischi connessi allo svolgimento della loro attività e alle misure che possono essere adottate per attenuarli.

Se stai già adempiendo ai tuoi doveri in materia di SSL, stai facendo la cosa giusta e non dovrai fare nulla di diverso a partire dal 1° luglio. Se non ti stai conformando, le conseguenze per non pensare al rischio sul posto di lavoro possono essere molto più gravi.

Elementi del reato di omicidio colposo sul luogo di lavoro

Gli elementi del nuovo reato di omicidio colposo sul posto di lavoro sono:

  • la persona accusata deve essere una persona giuridica o una persona che non sia un dipendente o un volontario;
    • devono aver dovuto alla vittima un preciso dovere ai sensi della Legge OHS
      • hanno violato l'obbligo dovuto per negligenza
        • la violazione del dovere ha causato la morte della vittima, e
          • se l'imputato è una persona fisica, deve aver agito consapevolmente e volontariamente in caso di violazione del dovere dovuto

            Chi può essere accusato di omicidio sul posto di lavoro?

            Organizzazioni e lavoratori autonomi

            Le organizzazioni e i lavoratori autonomi che detengono determinati doveri ai sensi della Legge OHS (come indicato di seguito) possono essere perseguiti per il reato di omicidio sul posto di lavoro. Le organizzazioni includono:

            • enti societari (ad esempio, società registrate)
              • associazioni costituite
                • autorità statutarie
                  • trustee di un trust
                    • enti senza personalità giuridica e associazioni senza personalità giuridica
                      • partnership
                        • enti governativi

                          Ufficiali

                          Anche i funzionari di corporazioni, società di persone e enti o associazioni non costituiti in società possono essere accusati del reato di omicidio colposo sul posto di lavoro se la loro organizzazione detiene determinati doveri ai sensi della Legge OHS.

                          I funzionari sono individui al più alto livello di un'organizzazione, che hanno il potere e le risorse per migliorare la sicurezza, tra cui:

                          • un amministratore o un segretario di una società
                            • una persona:
                              • che prende, o partecipa a prendere, decisioni che riguardano l'intera, o una parte sostanziale, dell'attività; o
                              • che ha la capacità di influenzare significativamente la capacità finanziaria dell'entità; o
                              • in conformità con le cui istruzioni o desideri gli amministratori di una società sono abituati ad agire
                            • un partner in una partnership
                            • un titolare di un ufficio di un'associazione non costituita in società

                              Dipendenti e volontari

                              Il reato di omicidio colposo sul luogo di lavoro non si applica a un volontario o a un dipendente, a meno che il dipendente non sia anche un funzionario di un'organizzazione.

                              Tuttavia, un dipendente può ancora essere perseguito per violazione dei doveri esistenti ai sensi della Legge OHS, compreso il dovere di:

                              • prendersi ragionevole cura della propria salute e sicurezza e della salute e sicurezza degli altri sul luogo di lavoro
                                • cooperare con il proprio datore di lavoro in merito alle azioni intraprese dal datore di lavoro per rispettare le leggi OHS
                                  • non interferire intenzionalmente o temerariamente con o abusare di qualsiasi cosa fornita sul posto di lavoro per sostenere la salute, la sicurezza e il benessere
                                    • non comportarsi temerariamente in maniera che potrebbe mettere un'altra persona sul posto di lavoro a rischio di lesioni gravi

                                      Obblighi e titolari dei doveri relativi alla Legge OHS

                                      Il reato di omicidio colposo sul posto di lavoro si applica in caso di violazione di specifici doveri esistenti ai sensi della Legge OHS. Le leggi non creano nuovi doveri ai sensi della Legge OHS.

                                      I datori di lavoro, i funzionari e gli altri soggetti che stanno già ottemperando, e che continuano ad ottemperare, ai loro obblighi esistenti in materia di OHS non possono essere accusati di omicidio colposo sul posto di lavoro. Ciò che fanno le nuove leggi è rendere molto più gravi le conseguenze di una grave violazione di tali doveri.

                                      Tra i dazi esistenti figurano:

                                      • il dovere dei datori di lavoro di fornire e mantenere un ambiente di lavoro sicuro e senza rischi per la salute
                                        • obbligo dei datori di lavoro di monitorare la salute dei dipendenti e le condizioni di lavoro
                                          • il dovere dei datori di lavoro di garantire che le persone che non sono dipendenti non siano in pericolo dalla conduzione dell'attività (compresi i visitatori, il pubblico e gli altri lavoratori)
                                            • il dovere dei lavoratori autonomi di garantire che le persone non siano esposte a rischi per la salute e la sicurezza sul lavoro derivanti dalla loro attività;
                                              • il dovere delle persone con la direzione o il controllo di un posto di lavoro di garantire che il posto di lavoro e i mezzi per entrare e uscire da esso siano sicuri
                                                • il dovere dei progettisti di garantire che gli impianti e gli edifici e le strutture utilizzati come luoghi di lavoro siano progettati in modo sicuro
                                                  • il dovere dei fabbricanti e dei fornitori di garantire che l'impianto o le sostanze siano fabbricati in modo sicuro e sicuri da usare
                                                    • il dovere di una persona di non comportarsi temerariamente in maniera che potrebbe mettere un'altra persona sul posto di lavoro in pericolo di lesioni gravi

                                                      Ognuno di questi dazi richiede che il titolare del dazio interessato rispetti il dazio "per quanto possibile".

                                                      Maggiori dettagli su questi compiti sono disponibili sul sito web di WorkSafe.

                                                      Condotta negligente

                                                      Ai fini dell'omicidio colposo sul luogo di lavoro, la condotta sarà considerata "negligente" se comporta:

                                                      • una grande mancanza dello standard di cura che una persona ragionevole avrebbe preso nelle circostanze, e
                                                        • un alto rischio di morte, lesioni gravi o malattie gravi

                                                          La condotta negligente include anche una mancanza; di azione ("omissione"), ad esempio può includere quando una persona:

                                                          • non gestisce, controlla o supervisiona adeguatamente i propri dipendenti, o
                                                            • non intraprende azioni ragionevoli per porre rimedio a una situazione pericolosa, qualora la mancata adozione di tali misure comporti un elevato rischio di morte, lesioni gravi o malattie gravi

                                                              Il test si basa sul test di common law esistente per negligenza penale in Victoria, ed è uno standard adeguatamente elevato considerando le sanzioni significative per il nuovo reato.

                                                              Causazione

                                                              La condotta dell'organizzazione o della persona accusata di omicidio colposo sul luogo di lavoro deve aver causato la morte della vittima.

                                                              Si intende applicare l'attuale test di common law per determinare il nesso di causalità. Ciò significa che gli atti o le omissioni della persona accusata devono aver contribuito in modo significativo al decesso o averne costituito una causa sostanziale e operativa. Non è necessario stabilire che gli atti o le omissioni della persona accusata siano stati l'unica causa del decesso. La condotta deve essere tale che una persona comune la consideri, per una questione di buon senso, una causa della morte.

                                                              L'omicidio colposo sul luogo di lavoro può applicarsi anche quando il decesso della persona avviene qualche tempo dopo la condotta in questione, ad esempio quando un dipendente ha sviluppato una malattia correlata all'amianto anni dopo che un datore di lavoro l'ha esposta per negligenza all'amianto.

                                                              Sanzioni

                                                              In caso di condanna per omicidio colposo sul luogo di lavoro, si applicano le seguenti sanzioni (al 1° luglio 2020):

                                                              • un massimo di 25 anni di reclusione per le persone fisiche; e
                                                                • una multa massima di 16,5 milioni di dollari per le corporazioni

                                                                  Tali sanzioni riflettono la gravità del reato e sono volte a prevenire i decessi sul posto di lavoro creando un forte deterrente per le organizzazioni e i singoli funzionari contro la violazione dei loro doveri in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

                                                                  Indagine e procedimento giudiziario

                                                                  Come per altre presunte violazioni della Legge OHS, WorkSafe condurrà indagini su potenziali reati di omicidio colposo sul posto di lavoro.

                                                                  A seguito di un infortunio mortale sul lavoro, e coerentemente con le disposizioni esistenti, WorkSafe e Victoria Police lavoreranno insieme per garantire che tutte le prove siano conservate e il cantiere sia sicuro e senza rischi per la salute delle persone presenti o che potrebbero frequentare il cantiere.

                                                                  In linea con gli accordi attuali, WorkSafe avrà il trasporto di una questione di omicidio sul posto di lavoro fino a quando l'imputato non sarà stato sottoposto a processo. L'Ufficio del Pubblico Ministero procederà quindi al processo.

                                                                  L'omicidio colposo sul posto di lavoro è un reato incriminabile senza prescrizione legale. Non può essere ascoltato e determinato sommariamente (nella Corte Giudiziaria di Victoria).

                                                                  Ulteriori informazioni sulle indagini di WorkSafe sono disponibili sul sito web di WorkSafe.